martedì 24 maggio 2011

Intervista ai Manetti!



Avete presente quando ascoltate casualmente un gruppo e non riuscite più a levarvelo dalla testa? Beh è quello che è successo più o meno a me con i Manetti! I tre provengono dalle rive del lago di Como. Il loro cantante-chitarrista è anche il backliner dei Tre Allegri Ragazzi Morti. I Manetti! non propongono nulla di nuovo, straordinario o innovativo ma hanno le canzoni, hanno il cuore e la forza di suonarle in modo sincero e viscerale, colpendo ed emozionando al primo ascolto. E scusate se è poco. Dopo un primo disco uscito nel 2007 per Subcasotto, i tre lombardi passano per la Sangue Disken di Barnaba Ponchielli, un nuovo inizio per la band, in uscita i primi di giugno. Ho pensato di preparare il terreno per l'omonimo (ri)esordio con una breve intervista al cantante-chitarrista, al secolo Andrea Maglia, così da poter rispondere a chi chiederà "chi sono i Manetti! ?" linkando questa pagina...



-Ciao Andrea. Tanto per cominciare perchè Manetti! ?

In realtà è un cognome fiorentino. Nel senso che eravamo in tour con i Milaus. E devi sapere che il nostro batterista era anche batterista dei Milaus...eravamo andati a a Fucecchio in provincia di Firenze nei panni di loro backliner. Finito il concerto volevamo andare a fare serata altrove quindi chiedevamo a un pò di gente dove potevamo andare dopo il concerto e tutti ci dicevano la stessa cosa: "guardate ragazzi qui non c'è niente da fare a parte una cosa, stasera c'è l'inaugurazione del Manetti" (Premetto che è una stronzata!)

-A noi piacciono molto le stronzate !!!

Va beh! Comunque eravamo ubriachi fradici e ci siamo divertiti con questo nome...
Ahah ! Nulla di più: una stronzata!

-Ora che sappiamo l'origine del vostro nome, cosa da non sottovalutare mai per capire l'approccio alla musica di una band (lol), parlaci un po dei Manetti! Chi sono, come nascono, da dove vengono...

I Manetti nascono nel 2006 su lago di Como. La formazione era inizialmente formata da 3 elementi: due chitarre e una batteria. Dopo 5 mesi di prove ne è uscito un demo post rock. Dalla sua uscita nel 2007, fino al 2009 abbiamo fatto circa 150 concerti in Italia e all'estero. Dal 2009 fino all'altro ieri ci siamo presi una pausa per lavorare sul nostro nuovo disco comunque siamo usciti per la Sangue Disken, etichetta di Barnaba Ponchielli. Il disco nuovo dà una svolta ai Manetti! (almeno secondo noi) difatti sarà introdotto l'uso del basso e soprattutto della voce
Il basso è stato suonato da Enrico Molteni dei Tre Allegri Ragazzi Morti...

-Nel vostro lavoro precedente, come in questo nuovo, si colgono molte anime musicali...stilemi dal grunge al post rock, slow core (come la ripresentata Giardini) new wave e accenni noise. Immagino che abbiate perpetuato molti ascolti differenti?

Non è vero...sinceramente io continuo ad ascoltare i soliti due gruppi: Cure e Nirvana però gli altri Manetti! può darsi... Mi sento di essere molto influenzato da Robert Smith, non so se si sente...specialmente sui fraseggi di chitarra, poi in realtà sono molto attento anche alle nuove uscite della musica italiana...mi piacciono molto i Cosmetic, ad esempio o anche Dente e Le Luci della Centrale Elettrica e in realtà ci sono altri gruppi...ad esempio sono un fan sfegatato dei Verdena...

-Una caratteristica dei Manetti è il citazionismo pop, quello di usare come titoli delle canzoni nomi di gruppi famosi. In primis siete quindi fan e poi musicisti o è solo un modo originale di rendere omaggio ai vostri beniamini?

Cacchio a questa domanda dovrebbe rispondere Simon perchè ti spiego...praticamente noi prima facciamo le canzoni, poi Simon dà il nome. Comunque tutti i nomi dei gruppi che vedi sono anche le nostre influenze

-Com'è avveuta la collaborazione con la Sangue Disken e la genesi di questo (ri)esordio ?

Conobbi Barnaba sui Navigli a Milano circa un annetto fa, me lo presentò Enrico Molteni. Alla fine Barnaba si incuriosì del progetto Manetti! e ci propose di uscire sotto la sua etichetta. Ovviamente dopo averci sentito...

-Parliamo dei testi.Chi li scrive, di cosa parlano. Siete romantici voi Manetti! ?

Allora...li scrivo io e parlano un pò di quello che ci sta attorno...robe di droga, ragazze e amore...

-E gruppi musicali...

Ahah! Ma quelle sono solo citazioni ! Se ti riferisci alla "You and I and The Screaming Trees" potevo mettere qualsiasi altro gruppo anni '90 però non faceva rima...diciamo così.

-Infatti nomini anche i Flaming Lips o mi sbaglio ?

Si si!

-Sai che tempo fa il tuo nome uscì fuori su una recensione di Stordisco?

Addirittura ?! Ah i Przewalski!? E' stato il mio primo demo come fonico...adesso la cosa è diventata un attimo più grossa difatti lavoro in uno studio di registrazione a Milano il Morbid Sound Studio dove io e Luigi Galmozzi abbiamo registrato e prodotto Manetti! Dove ho registrato il demo Przewalski era la sala prove dei primi Manetti! ora purtroppo il comune del nostro paese ha deciso di toglierla. Sai com'è...ora siamo obbligati ad andare a provare a Lecco che è a 30 km di distanza. Bastardi!

-Chiedevo a proposito dei Przewalski perchè immagino che dalle parti vostre vi sia una bella scena musicale sopratutto mi colpisce il fatto che siate tutti amici e vi stimiate e incoraggiate a vicenda o sbaglio?

Ovviamente c'è una scena. Non nel nostro paese devi andare un pò più in su tipo a Morbegno
ci sono svariati gruppi interessanti è che essendo in culo ai lupi fanno fatica a farsi ascoltare
poi si, ci conosciamo e ci rispettiamo perchè crediamo molto nel nostro progetto

-Proprio in questi giorni il vostro nuovo singolo è in rotazione su Rock Tv. Una bella soddisfazione immagino. Cosa vi aspettate dal futuro ? Avete obiettivi da raggiungere o già il solo suonare riesce a riempire le vostre giornate? Chiedo questo perchè come ben saprai in Italia con l'arte non si mangia...

E' stato emozionantissimo per me rivedermi su Rock Tv. Non mi rendo ancora conto della cosa!
Il nostro obiettivo sarebbe di riuscire a mantenerci con la musica e di girare l'Italia più volte anche se sappiamo che è molto difficile. Comunque per il momento io lavoro in studio come fonico, Simon lavora come psicologo e il belva fa l'operaio e nei weekend si suona

-Come mai la scelta dell'inglese ?

L'inglese perchè secondo noi è molto più musicale dell'italiano. Forse anche perchè i nostri gruppi preferiti sono stranieri e cantano in inglese

-Qual'è la canzone dei Manetti! alla quale sei piu affezionato e vorresti che i vostri fan cantassero (rigorosamente in inglese ) ai vostri concerti ?

Mha! penso la "You and I and The Screaming Trees" è una delle canzoni più belle che abbiamo mai fatto!

Leggi la recensione del nuovo disco qui




0 commenti:

Posta un commento

 
©2011 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ